• Emozione Arte

Quando la finzione incontra la realtà. Uta di Ballenstedt come la matrigna cattiva di Biancaneve


Lo sapevate che la matrigna cattiva di "Biancaneve e i sette nani" della Walt Disney, di nome Grimilde, ha le fattezze di una scultura che si trova a Naumburg in Alta Sassonia? Ebbene sì. La donna scolpita si chiama Uta di Ballenstedt.

Vediamo di scoprire qualcosa in più.




Era il 1935 quando la Disney stava lavorando al primo lungometraggio: "Biancaneve e i sette nani". Avevano bisogno di idee nuove per la creazione dei personaggi e della storia. L'idea di dare al volto della matrigna quello di Uta è venuta al grafico Wolfgang Reitheman. Aveva infatti visto la scultura grazie ad una serie di libri d'arte che possedeva il padre. Qualche tempo dopo, tutta la Disney partì per un viaggio in Europa. Fecero tappa anche a Naumburg proprio per vedere dal vivo la statua. Ne rimasero estasiati. Era il volto perfetto per la matrigna. Ammaliante ma allo stesso tempo austera.


Ma chi è questa Uta di Ballenstedt e dove si trova precisamente la sua statua?

Come detto prima ci troviamo a Naumburg, in Alta Sassonia. La statua di Uta si trova precisamente nel coro occidentale e fa parte di un gruppo di dodici statue-colonna in arenaria, posizionate a gruppi di due. Accanto a lei vediamo il marito Eccardo II. Uta è stata margravia (ossia marchese) di Meissen dal 1031 al 1046. Il suo volto è molto serio, quasi imbronciato. Con una mano si porta il lungo mantello vicino al viso, quasi a volerlo coprire. Indossa una veste tenuta sa una grande spilla centrale. In antitesi alla sua figura c'è quella di Regelinda con il marito Ermanno I. Le due sono cognate, dato che hanno sposato i due fratelli. Il volto di Regelinda è radioso, opposto a quello di Uta.


Uta di Ballenstedt, Naumberg, Alta Sassonia

L'artista che realizzò le statue-colonna è ignoto e viene chiamato generalmente maestro di Naumburg. Probabilmente però conosceva la storia dei regnanti. Eccardo I, padre di Ermanno I e Eccardo II, venne ucciso nel 1002. Ermanno I, il primogenito, dopo aver ucciso lo zio Gunzelino, riuscì a diventare margravio. Alla sua morte il ruolo passò al fratello il quale scomparì a causa della peste, insieme ad Uta, che era molto più giovane di lui. Regelinda era invece morta anni prima, all'età di venticinque anni. Le loro statue sono una di fronte all'altra: Rogelinda sorride alla seriosa Uta grazie ad un incrocio di sguardi. La cosa particolare è che Eccardo è stranamente stato scolpito più vecchio del fratello Ermanno, quando in verità era più giovane.


Le dodici statue-colonna non sono altro che i benefattori che diedero il via alla costruzione della cattedrale nell'XI secolo. Lo scultore non fece altro che cercare di raffigurarli il più vicino possibile alla realtà.


La Disney ha ripreso proprio tutto dalla statua di Uta. Non solo il volto serio, ma anche l'abbigliamento. Anche Grimilde indossa un lungo vestito tenuto insieme da una fibbia centrale e ha sulle spalle il mantello con bavero che copre in parte il viso.

La Disney però non la riprese solo per la sua bellezza e il suo fascino, ma anche per un particolare della sua storia. Era stata infatti condannata al rogo perché accusata di stregoneria, riuscendo però a scamparla. Un dettaglio che nel "curriculum" di una matrigna, strega cattiva, non poteva di certo mancare!


Di Federica Pagliarini

60 visualizzazioni

Emozione Arte 2020

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • White Instagram Icon