• Emozione Arte

I musei virtuali. La cultura va avanti anche durante la pandemia

Di Federica Pagliarini


In questo periodo di chiusura forzata del mondo a causa della pandemia in corso, anche i musei hanno dovuto abbassare le loro saracinesche e sospendere qualsiasi tipo di attività e mostra in corso. Il caso più famoso è quello delle Scuderie del Quirinale di Roma, con la mostra dedicata a Raffaello iniziata a inizio marzo e sospesa appena una settimana dopo.

Sapete però che molti musei hanno attivato servizi di tour virtuali e mettono a disposizione ogni giorno approfondimenti legati alle loro collezioni?



Ebbene sì. Non vi resta che continuare a leggere l'articolo per scoprire quali musei potete vedere comodamente dal divano di casa vostra!


1) Galleria degli Uffizi. Il più famoso museo toscano ha messo a disposizione tour virtuali delle loro più importanti opere d'arte, dividendo anche per categorie e argomenti. Si possono scegliere tra vari percorsi (ne hanno fatto uno molto interessante dedicato alla Pasqua appena passata) e per ogni dipinto o scultura c'è un'esaustiva spiegazione. Ovviamente le immagini sono in alta risoluzione, un piacere per occhi. È possibile ingrandirle e vedere i particolari.


2) Scuderie del Quirinale. Anche loro hanno attivato un servizio social davvero ben fatto. L'iniziativa si chiama "Raffaello oltre la mostra". Oltre ad aver messo a disposizione un tour virtuale della mostra su Raffaello, ogni giorno vengono pubblicati video approfondimento su un argomento in particolare, che sia un focus su un dipinto o spiegazioni sulla vita del Sanzio, sui committenti e sui luoghi in cui è stato attivo in vita. Il tutto è visibile non solo sul loro sito internet, ma anche sul loro profilo Instagram ( i video possono essere visti su Igtv).


3) National Gallery of Art, Londra. Anche all'estero i musei non sono da meno. La National Gallery di Londra ha messo a disposizione dei tour virtuali, oltre che della loro collezione permanente, anche delle mostre temporanee. Un esempio è la mostra dedicata a Degas: "Degas at the Opéra". Si può camminare virtualmente nei corridoi della galleria e per ogni opera è possibile leggere un approfondimento e ingrandire la foto in alta risoluzione.


4) Guggenheim Museum di New York. Anche i musei americani stanno cercando di attivare servizi online. Oltre al tour virtuale che permette di scoprire la storia del museo e della loro collezione (permanente e temporanea), il museo permette di svolgere incontri virtuali con i propri visitatori. Sono state attivate delle classroom in cui è possibile visitare il museo in diretta skype con una guida che spiega passo passo i pezzi della loro collezione (servizio a pagamento). Per niente male come idea!


5) Gallerie dell'Accademia di Venezia. Anche le Gallerie dell'Accademia stanno proponendo tour in cui si spiegano le maggiori opere conservate (lo sapete che qui si trova "La Tempesta" di Giorgione?), immagini in alta definizione e interessanti e divertenti iniziative a cui si può prendere parte tramite social.



Avete già visto qualche tour virtuale? Conoscete qualche altro museo che ha attuato questi servizi? Se sì, scrivilo qui sotto nei commenti, così da rendere partecipi tutti noi!

Nell'attesa di poter tornare a visitare i musei (con tutte le misure di contenimento che ancora dovranno essere attuate), immergiamoci con gli occhi e la mente in questi tour virtuali, inoltre leggiamo. I libri dedicati all'arte sono tantissimi e c'è sempre da imparare (inoltre in questo periodo abbiamo molto più tempo da dedicare a cose che prima rimandavamo sempre).

Voi non vedete l'ora di poter tornare nei musei? Io sì!



32 visualizzazioni

Emozione Arte 2020

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • White Instagram Icon