• Emozione Arte

I musei riaprono al pubblico... con nuove modalità

Dopo quasi tre mesi di lockdown, i musei hanno riaperto i battenti al pubblico. Purtroppo non tutti sono riusciti subito ad adeguarsi alle nuove norme sanitarie per il contenimento de Covid-19 e le loro aperture non saranno immediate.

Vediamo allora quali musei e gallerie hanno deciso di riaprire già da maggio. Siete pronti?


1) La mostra dell'anno "Raffaello 1520-1483" alle Scuderie del Quirinale di Roma, riaprirà le porte il 2 giugno, giorno della festa della Repubblica. Per chi aveva già acquistato il biglietto e ricevuto il voucher da riutilizzare, da ieri 25 maggio, sono state aperte le prenotazioni. Per tutti gli altri il 29 maggio. Si potrà scegliere il giorno preferito e la fascia oraria. I turni di visita saranno ogni cinque minuti con un massimo di sei persone. La mostra rimarrà aperta fino al 30 agosto.

2) La Galleria Borghese di Roma è un altro museo che ha deciso di riaprire dal 19 maggio, quindi subito dopo la fine del lockdown. Per loro è stato sicuramente molto più semplice una riapertura così repentina, dato che da sempre l'accesso in galleria è regolato da prenotazioni. In questo periodo però la capienza massima per turno sarà di 80 persone. Caravaggio, Bernini, Canova, Dosso Dossi e Tiziano vi aspettano!

3) Jim Dine e Gabriele Basilico a Palazzo delle Esposizioni di Roma. L'artista statunitense, uno degli esponenti più importanti della cultura artistica americana degli anni Sessanta e realizzatore dei cosiddetti "happening", insieme al fotografo Basilico, vi aspettano! Le entrate saranno ogni mezz'ora, con una capienza massima di quindici persone per turno.

4) Musei Capitolini e tutti i musei civici di Roma hanno riaperto il 19 maggio. Anche in questo caso le entrate sono contingentate e su prenotazione obbligatoria online o tramite telefono. I possessori della MIC Card entrano gratis. Ai Capitolini, dal 15 giugno, verrà inaugurata la mostra dedicata alla collezione d'arte della Fondazione Longhi che doveva iniziare il 12 marzo e ovviamente rinviata. Si potrà ammirare anche il "Ragazzo morso da un ramarro"(versione Longhi) di Caravaggio.

5) Le Gallerie dell'Accademia di Venezia hanno riaperto i battenti ieri, martedì 26 maggio. Con l'occasione il pubblico potrà rivedere la "Pala di Sant'Anna" di Jacopo da Bassano, riportata in galleria, dopo che era stata ceduta in deposito nel 1812 alla chiesa parrocchiale di Sossano e poi dal 1956 al Museo civico di Bassano del Grappa.

6) A Firenze è stato riaperto il Giardino di Boboli alle spalle di Palazzo Pitti, uno dei giardini all'italiana più belli, divenuto esempio anche per altre corti europee. Potrete ammirare statue antiche, rinascimentali e grotte. Inoltre il giardino ha subito un recente restauro, quindi è ancora più bello e piacevole da vedere.

7) Dal 28 maggio riapre a Milano la mostra dedicata a George de La Tour, a Palazzo Reale. Il maestro francese famoso per i suoi quadri a lume di candela e per evidenti riminiscenze con l'arte di Caravaggio, tornerà a stupirci.







Questi sono solo alcuni dei musei che hanno riaperto al pubblico. Nelle prossime settimane sarà la volta di Palazzo Barberini e Gallaeria Corsini, Uffizi, Capodimonte, i Musei Vaticani, ecc...


In tutti i musei è obbligatorio l'uso della mascherina, oltre a tenere un minimo di un metro di distanza dalle altre persone. I bookshop saranno regolarmente aperti. Per avere maggiori dettagli vi invito a visitare i siti dei rispettivi musei.

E voi quale museo andrete a vedere nei prossimi giorni? Fatemelo sapere con un commento!


Di Federica Pagliarini


0 visualizzazioni

Emozione Arte 2020

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • White Instagram Icon