Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Manet e la sua scandalosa modernità

Maggiormente conosciuto per essere un esponente del movimento impressionista (anche se non partecipò mai alle esposizioni insieme agli altri impressionisti), Tiziano è l’artista della crisi, che compie un passo verso la modernità. Il suo carattere era abbastanza ribelle evidente soprattutto nella sua giovinezza. Il padre era un giurista e avrebbe voluto per il figlio una carriera politica o uguale alla propria. Manet era però svogliato e poco incline allo studio. Il suo interesse era rivolto alla pittura, ma il padre era assolutamente contrario. Pensò così di farlo entrare all’Accademia navale, per arruolarsi in Marina, ma non passò l’esame di ammissione. Sarà così costretto a salpare con un mozzo su un mercantile, a soli sedici anni e viaggiare fino a Rio de Janeiro. Una volta tornato, la passione per la pittura non si era affievolita e il padre accettò il desiderio del figlio. Imparò a dipingere nello studio del pittore ritrattista Couture e il suo carattere ribelle era ancora vivo.

Ultimi post

Le due versioni della ''Cena in Emmaus'' di Caravaggio

Il mito di ''Diana e Atteone'' visto da Tiziano

Lucas Cranach il Vecchio e la ''Venere e Cupido che ruba il favo di miele'' della Galleria Borghese